Marcatura e Incisione Laser

Il laser permette di realizzare in modo rapido delle marcature estremamente precise e chiaramente leggibili sia su metalli teneri come l’alluminio che su quelli molto duri come l’acciaio o altre leghe. L’alta precisione deriva soprattutto dalla lavorazione senza contatto che il laser permette di fare, ottenendo in questo modo risultati puliti e costanti. La marcatura può essere effettuata, oltre che sui metalli, anche su plastiche e materiali organici come ad esempio pelle, tessuto, carta, legno e vetro.
Risulta importate precisare che con il termine marcatura laser si distinguono differenti tecnologie: incisione, abrasione, rinvenimento, scolorimento e schiumatura. La scelta del metodo adatto dipende dal materiale e dai requisiti di qualità.
L’applicazione più comune riguarda la marcatura di prodotti industriali realizzati in serie per consentirne la tracciabilità nel tempo, ma il suo campo spazia fino alla personalizzazione di articoli promozionali con loghi o nomi, è infatti una lavorazione molto versatile.
In ambito industriale si possono distinguere diverse applicazioni quali per esempio:
- codici seriali atti a una tracciabilità permanente
- marcatura funzionale relativa a dimensioni, diametro e altre specifiche del prodotto
- marcatura riguardante le informazioni sulla produzione, come per esempio numero di lotto e/o di serie, data di fabbricazione ecc.
- targhette nominative incise a laser

La marcatura laser UV é specificatamente indicata per materiali sensibili, come per esempio vetro, acetati e silicone, poiché intacca leggermente la superficie. Allo stesso tempo la sua lunghezza d´onda permette eccellenti risultati di marcatura, anche per micro incisioni (sotto lo 0.1 mm).
Sul vetro, un laser UV é in grado di realizzare una marcatura filigranata, brillante e di alta qualità. Lenti per occhiali, bicchieri e orologi, di vetro o cristallo mantengono la loro superficie liscia e levigata. Il risultato della marcatura UV, grazie alle sue micro incisioni, può essere facilmente comparato alla marcatura laser CO2.
Il laser UV può marcare, tutte le tipologie di plastica e vetro, alcuni metalli, alcune pietre, carta, legno e ceramica.

Il rinvenimento è una tipologia di marcatura dei metalli che permette la colorazione differente del materiale e risulta innovativa e particolare. Si specifica che dietro a questa tecnologia c’è un attento studio per riuscire a raggiungere una tonalità più vicina possibile a quella desiderata dal cliente, tuttavia ciò dipende anche dal metallo utilizzato. Il colore finale infatti varia a seconda delle tonalità su cui il metallo vira.
Sempre relativamente ai metalli, a seconda del materiale e dei requisiti di qualità richiesti, con il raggio laser è possibile incidere, lucidare o marcare i metalli.

L’incisione (laser engraving) o, in base alla quantità di rimozione del materiale, l’incisione profonda lascia una marcatura evidente, sensibile anche al tatto. Il materiale viene letteralmente asportato e di conseguenza determina un’alterazione del colore del metallo che vira al marrone, il quale può comunque essere rimosso con altri processi di marcatura.
Il processo di lucidatura può essere definito come un’incisione “leggera” poiché, tramite l’asportazione di poco materiale, la marcatura che ne consegue sul metallo è visivamente di colore bianco.

La marcatura per ricottura (laser marking) è invece una marcatura impercettibile che non prevede l’asportazione di materiale e di conseguenza non influisce sulla superficie del materiale. Si tratta di un cambiamento di colore localizzato del metallo che solitamente tende al nero, ma sono possibili anche altri tipi di tonalità, ciò tuttavia dipende sempre dal materiale utilizzato.

In riferimento poi alle plastiche, la marcatura non è altro che la rimozione della vernice su parti in plastica con vernici multistrato. Lo scopo di asportare gli strati di vernice o di laccatura è quello di rendere visibile il materiale di base per retroilluminarlo.

I materiali organici offrono la possibilità sia di incisione laser che di marcatura laser.
L’incisione consiste nell’asportazione di un sottile strato di materiale che apporta una decorazione definita, accurata e resistente. L’incisione è comune nella pelle, ma è possibile anche nei tessuti, riuscendo a realizzare motivi e disegni complessi sulla superfice. L’efficienza dell’incisione laser è comunque maggiore sulle stoffe non tessute (es. feltro) o con uno spessore (es. pile), infatti di solito le stoffe tessute non vengono incise poiché tale processo distruggerebbe la tessitura provocando lo sfilacciamento del tessuto.
Esiste poi la marcatura del tessuto, chiamata marcatura laser termica che permette di cambiare la tonalità del tessuto, può essere definita una sorta di decolorazione per produrre motivi e disegni sulla superficie del tessuto.


Copyright © Omega Laser, 2018. Per ulteriori informazioni visita la pagina Termini e Condizioni di Utilizzo.

Credits